poemontrial.org

Il Piave comandò: indietro va' straniero - Carlo Avvisati

DATA DI RILASCIO 25/05/2017
DIMENSIONE DEL FILE 4,76
ISBN 9788892658844
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Carlo Avvisati
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Vuoi leggere il libro? Il Piave comandò: indietro va' straniero in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Carlo Avvisati. Leggere Il Piave comandò: indietro va' straniero Online è così facile ora!

Tutti i Carlo Avvisati libri che leggi e scarichi da noi

«Il Piave comandò» di Carlo Avvisati, saggista e giornalista (scrive per il Mattino di Napoli e per il Giornale dell'Arte) pubblicato in occasione del centenario della Grande Guerra, ripercorre nei tratti essenziali quelle vicende terribili e dolorose e ricorda, per la prima volta, tutti i giovani di Boscoreale, Boscotrecase e Trecase che in quel conflitto offrirono il proprio sangue perché la Patria fosse finalmente unita e l'onore tante volte smarrito tornasse a essere patrimonio inestimabile per tutti. Il libro, frutto di una lunga ricerca, descrive minutamente le generalità di ogni caduto, disperso o deceduto per ferite in uno dei tanti ospedaletti da campo o, ancora, in prigionia. Dà notizie sulle onorificenze conquistate a prezzo della vita, individua le aree del decesso, propone le immagini, laddove è stato possibile reperirle, di quei giovanissimi eroi, soldati semplici o graduati che fossero. Altre particolarità sono gli inquadramenti dei fatti bellici e gli scenari vissuti da Esercito, Marina, e Aeronautica, oltre a un'appendice ricchissima di immagini di guerra sul fronte. Un capitolo, poi, è dedicato alle canzoni napoletane che quei fanti canticchiavano, sottovoce, per farsi coraggio e ricordare con nostalgia struggente mamme, mogli, fidanzate, nel fango e nella neve delle trincee che, nella maggioranza dei casi, non li avrebbero più visti ritornare tra i loro affetti.

... Fu sacro il patto antico, tra le schiere furon visti risorgere Oberdan, Sauro e Battisti! Infranse alfin l'italico valore le forche e l'armi dell'Impiccatore! La Leggenda del Piave E ... Il Piave mormorava (con testo) - YouTube ... .A. Mario «No!», disse il Piave. «No!», dissero i fanti, «Mai più il nemico faccia un passo Si vide il Piave rigonfiar le sponde, e come i fanti combatteron l'onde... Rosso di sangue del nemico altero, il Piave comandò: «Indietro va', straniero!» Indietreggiò il nemico fino a Trieste, fino a Trento... il Piave comandò: "indietro va, straniero!" Indietreggiò il nemico fino a Trieste fino a Trento e la Vittoria sciolse l'ali al vento. Fu sacro il patto antico, tra le schiere fu ... Il Piave comandò: indietro va' straniero! di @TMHoutfits ... ... ... il Piave comandò: "indietro va, straniero!" Indietreggiò il nemico fino a Trieste fino a Trento e la Vittoria sciolse l'ali al vento. Fu sacro il patto antico, tra le schiere furon visti risorgere Oberdan, Sauro e Battisti. Infranse alfin l'italico valore, Il Piave comandò: "INDIETRO VA' STRANIERO!" 4. STROFA: E indietreggiò il nemico fino a Trieste, fino a Trento E la Vittoria sciolse le ali al vento. Fu sacro il patto antico: tra le schiere furon visti Risorgere Oberdan, Sauro e Battisti. Infranse alfin l'italico valore "La canzone del Piave" fu scritta nel 1918 da E.A. Mario, pseudonimo del maestro Ermete Giovanni Gaeta (Napoli, 5 maggio 1884 - Napoli, 24 giugno 1961). Nel 1918, nella notte del 23 giugno, poco dopo il termine della Battaglia del Solstizio , in seguito alla resistenza e alla vittoria italiana sul Piave, E.A. Mario scrisse di getto sia le parole che la musica di questo brano. No ! - disse il Piave. - No ! - dissero i fanti mai più il nemico faccia un passo avanti Si vide il Piave rigonfiar le sponde ! E come i fanti combattevan l'onde... Rosso di sangue del nemico altero, il Piave comandò : " Indietro, và, straniero ! IV . Indietreggiò il nemico fino a Trieste, fino a Trento… "No!" disse il Piave, "No!" dissero i fanti. "Mai più il nemico faccia un passo avanti" Si vide il Piave rigonfiar le sponde, e come i fanti combattevan le onde. Rosso del sangue del nemico altero, il Piave comandò: "Indietro, va', straniero!" Indietreggiò il nemico fino a Trieste, fino a Trento. Il saggio di Carlo Avvisati «Il Piave comandò: indietro va' straniero» che è stato presentato nell'incontro organizzato dal «Rotary Club Pompei Villa dei Misteri» e dall'«Inner Wheel Club ......