poemontrial.org

Il partito popolare a Ravenna. Storia politica dei cattolici in una terra di mangiapreti. Origine, sviluppo, repressione fascista. Da Castellucci a Zaccagnini - Alvaro Ancisi

DATA DI RILASCIO 06/04/2012
DIMENSIONE DEL FILE 6,14
ISBN 9788875675479
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Alvaro Ancisi
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Vuoi leggere il libro? Il partito popolare a Ravenna. Storia politica dei cattolici in una terra di mangiapreti. Origine, sviluppo, repressione fascista. Da Castellucci a Zaccagnini in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Alvaro Ancisi. Leggere Il partito popolare a Ravenna. Storia politica dei cattolici in una terra di mangiapreti. Origine, sviluppo, repressione fascista. Da Castellucci a Zaccagnini Online è così facile ora!

Il miglior libro Il partito popolare a Ravenna. Storia politica dei cattolici in una terra di mangiapreti. Origine, sviluppo, repressione fascista. Da Castellucci a Zaccagnini pdf che troverai qui

La storia esemplare di un movimento politico locale dei cattolici italiani autenticamente "popolare", perché radicato, quasi come in una terra di missione, nel tessuto sociale di una provincia di frontiera. Benigno Zaccagnini, che raccolse nella Democrazia Cristiana del dopoguerra questa eredità politica e morale dalle mani di Edmondo Castellucci, artefice e motore del movimento, la cui biografia, con la memoria del Cardinale Ersilio Tonini, è parte integrante di questa storia, scrisse che i cattolici ravennati, dovendo opporsi "all'invasione di dottrine anticlericali e materialistiche, ma ricche di profondi fermenti umani e sociali", seppero "riscattare, nel nome stesso della propria fede, i nuovi valori di libertà, di giustizia e di democrazia che avanzavano profondamente nella coscienza popolare". Di qui il rifiuto di ogni logica di conservatorismo e di moderatismo, nel segno di una politica concepita come terreno non dello scontro, ma della competizione e della concorrenza sul piano delle idee e delle battaglie per il progresso del popolo.

...stri degli interni e della salute in merito alla mancata istituzione della "zona rossa" nei comuni di Alzano e ... Il partito popolare a Ravenna. Storia politica dei ... ... ... Scopri i libri della collana Girasole Documenti in vendita online a prezzi scontati su Libraccio Il partito popolare in «Rivoluzione liberale», 12 marzo 1922; e il saggio Il partito popolare e la questione romana, Firenze 1922. 2 P. Gobetti, Rivoluzione liberale, Torino 1950, pp. 73 e ss. 3 M. Ferrara, Luigi Sturzo, Roma 1925. * S. Jacini, Storia del partito popolare, Milano 1951, p. XIV. Il part ... Il partito popolare a Ravenna. Storia politica dei ... ... . 3 M. Ferrara, Luigi Sturzo, Roma 1925. * S. Jacini, Storia del partito popolare, Milano 1951, p. XIV. Il partito dei cattolici; ... Collana: Saggi. 2010, pp 710 Rubbettino Editore, Politica, Partiti politici, Centenario del Partito Popolare isbn: ... evoluzione della dialettica interna al partito dei cattolici alle esigenze della stabilizzazione repubblicana. l'unità politica dei cattolici, garantita non solo da riferimenti ideali, ... Libri di Politica e società. Acquista Libri di Politica e società su Libreria Universitaria: oltre 8 milioni di libri a catalogo. Scopri Sconti e Spedizione con Corriere Gratuita! - Pagina 1627 Nel fondare il nuovo partito don Luigi Sturzo, attraverso "l'appello ai liberi e forti" lanciato il 18 gennaio 1919, escludendo il termine "cattolico" dal nome, aveva chiara la necessità dell ... Partito Popolare Italiano - partito politico italiano fondato nel 1994 Partito Popolare Polacco ( Polskie Stronnictwo Ludowe ) - partito politico polacco Partito Popolare Polacco "Wyzwolenie" ( Polskie Stronnictwo Ludowe "Wyzwolenie" ) - partito politico polacco Il partito popolare a Ravenna. Storia politica dei cattolici in una terra di mangiapreti. Origine, sviluppo, repressione fascista. Da Castellucci a Zaccagnini. Elena è rimasta ... Tuttavia, l'ambiguità della politica sociale del partito non frenò il suo sviluppo e grazie anche al vigoroso appoggio del clero e delle organizzazioni cattoliche, nelle elezioni del 16 novembre 1919, il PPI diventò subito il secondo partito d'Italia (inferiore solo ai socialisti) raccogliendo 1.167.354 voti (pari al 20,5%) e conquistando 100 seggi parlamentari....