poemontrial.org

Gli italiani di Tito. La Zona B del territorio libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947-1954) - Enrico Miletto

DATA DI RILASCIO 19/09/2019
DIMENSIONE DEL FILE 7,60
ISBN 9788849859126
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Enrico Miletto
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Vuoi leggere il libro? Gli italiani di Tito. La Zona B del territorio libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947-1954) in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Enrico Miletto. Leggere Gli italiani di Tito. La Zona B del territorio libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947-1954) Online è così facile ora!

Tutti i Enrico Miletto libri che leggi e scarichi da noi

Tra il 1947 e il 1954 la Zona B del Territorio libero di Trieste (Tlt) fu al centro di mutamenti geopolitici, trasformazioni culturali, sociali e demografiche legate alla conclusione della Seconda guerra mondiale, al quadro internazionale e alla questione confinaria, che con la firma del Memorandum di Londra raggiunse un suo punto di definizione pressoché conclusivo. Se la prima fase dell'esodo giuliano-dalmata ha oramai trovato una stabile collocazione nel panorama storiografico nazionale, minore risalto hanno avuto le vicende della popolazione italiana della Zona B, rimasta per quasi un decennio sotto l'amministrazione jugoslava. Le politiche adottate dai poteri popolari, le linee di intervento del governo italiano, l'esodo, la condizione degli italiani rimasti dopo il passaggio dell'area alla Jugoslavia e il loro difficile mantenimento di un'identità culturale e nazionale, rappresentano i principali segmenti della ricerca, che approfondisce anche le tematiche legate all'emigrazione dei comunisti italiani in Jugoslavia. Un passaggio analizzato attraverso l'esperienza degli operai monfalconesi e dei militanti che, spinti dall'ideale e dalla volontà di partecipare attivamente alla costruzione di una società socialista, decisero di varcare il confine per trasferirsi nel paese di Tito. Qui, dopo la scissione del Cominform e la loro scelta di schierarsi a favore di Stalin, conobbero il volto più crudo del comunismo jugoslavo che, per alcuni di loro, coincise con una lunga prigionia nei lager titini. Agli altri non restò che rientrare in Italia. Un rientro traumatico, scandito da isolamento, difficoltà economiche, diffidenza e silenzio. Assordante fu quello imposto dal Partito comunista italiano, determinato a porre le loro vicende sotto un fitto cono d'ombra, che questo lavoro ha l'ambizione di contribuire a scalfire.

... italiani in Jugoslavia attraverso l'esperienza degli operai ... Gli italiani di Tito. La Zona B del territorio libero di ... ... ... La Zona B del Territorio Libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947 - 1954), Rubettino, Soveria Mannelli 2019 Martedì 11 Febbraio 2020 | ore 17:30, Sala Memoria delle Alpi, Via del Carmine 13, Torino I privilegi del Porto Libero di Trieste rimasero pienamente vigenti, così come l'esistenza legale statuaria dello stesso Territorio Libero. Non fu fatto alcun cambio di sovranità. nel 1975, il tratt ... Gli italiani di Tito. La Zona B del territorio libero di ... ... . Non fu fatto alcun cambio di sovranità. nel 1975, il trattato bilaterale di Osimo fu siglato da Italia e Jugoslavia, nel tentativo di estendere la loro influenza sul Territorio Libero di Trieste. Gli Italiani di Tito. La Zona B del Territorio Libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947 - 1954), Rubettino, Soveria Mannelli 2019 Saluti: saluto istituzionale di Stefano Allasia, Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte Antonio Vatta, Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia Libri di enrico-miletto: tutti i titoli e le novità in vendita online a prezzi scontati su IBS. La Zona B del Territorio Libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947-1954)" DESCRIPTION:Le politiche adottate dai poteri popolari nella Zona B del Territorio libero di Trieste\, le linee di intervento intraprese dal governo italiano\, l'esodo\, la condizione degli italiani rimasti dopo il passaggio dell'area alla Jugoslavia sono le tematiche trattate nel volume\, che ... L'ESODO DALLA ZONA B DEL TERRITORIO LIBERO DI TRIESTE (1945-1958) Dalla lezione tenuta dal prof. Raoul Pupo, docente di Storia Contemporanea all'Università di Trieste , agli studenti e aperta al pubblico il 30 novembre 2016 La lezione è stata svolta nel quadro del programma dell'OFFERTA DIDATTICO-FORMATIVA Noté /5: Achetez Gli italiani di Tito. La Zona B del territorio libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947-1954) de Miletto, Enrico: ISBN: 9788849859126 sur amazon.fr, des millions de livres livrés chez vous en 1 jour La Zona B del Territorio Libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947-1954)", a cura di Istoreto con Anvgd Torino, Istituto di Studi Storici Gaetano Salvemini, Fondazione Vera ... Il Territorio Libero di Trieste (in sloveno: Svobodno tržaško ozemlje, in croato: Slobodni teritorij Trsta, in inglese: Free Territory of Trieste), spesso colloquialmente abbreviato in TLT, fu uno Stato indipendente mai costituitosi, previsto dall'articolo 21 del trattato di Parigi fra l'Italia e le potenze alleate del 1947. A norma dello stesso trattato il Territorio Libero di Trieste ... Gli italiani di Tito. La Zona B del territorio libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947-1954) libro Miletto Enrico edizioni Rubbettino collana Ist. di studi storici Gaetano Salvemini , 2019 La Zona B del Territorio Libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947 - 1954)". Dopo i saluti di Antonio Vatta, dell'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e Alessandro Bollo, direttore del Polo del '900, l'autore dialogherà con Costantino Di Sante, direttore dell'Istituto provinciale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche e dell ... La zona B del Territorio libero di Trieste rimase in amministrazione jugoslava. Era composta dai comuni di Buie d'Istria, Capodistria, Cittanova d'Istria, Grisignana, Isola d'Istria, Maresego, Monte di Capodistria, Pirano, Umago, Verteneglio, Villa Decani; tra le due zone vi era una frontiera con difficoltà di transito. Come richiama il sottotitolo del libro, "Gli italiani di Tito" analizza la storia della Zona B del Territorio Libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947-1954). In quegli anni la Zona B fu al centro di mutamenti geopolitici, trasformazioni culturali, sociali e demografiche legate alla conclusione della Seconda guerra ... La Zona B del Territorio Libero di Trieste e l'emigrazione comunista in Jugoslavia (1947 - 1954)". Dopo i saluti di Antonio Vatta, dell'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e Alessandro Bollo, direttore del Polo del '900, l'autore dialogherà con Costantino Di Sante, direttore dell'Istituto provinciale...