poemontrial.org

Alcesti - Euripide

DATA DI RILASCIO 21/07/1992
DIMENSIONE DEL FILE 9,88
ISBN 9788853407146
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Euripide
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Vuoi leggere il libro? Alcesti in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Euripide. Leggere Alcesti Online è così facile ora!

Puoi scaricare il libro Alcesti in formato pdf epub previa registrazione gratuita

Rappresentata nel 438 a.C., Alcesti è la più antica fra le tragedie di Euripide a noi pervenute. Ispirata a un mito di cui si narra anche nel Simposio di Platone, essa mette in scena una storia d'amore, che ha per protagonisti il re di Tessaglia Admeto e la sua sposa Alcesti. Admeto ottiene da Apollo la possibilità di sfuggire alla morte, a patto che un altro si sacrifichi in sua vece. E a dare la vita per lui non sono i vecchi genitori, né gli amici fidati, ma la giovane moglie. La tragedia, poi conclusa dall'intervento benefico di Eracle che strappa la donna alle divinità infernali, dà la misura del talento creativo di Euripide, capace di penetrare zone inesplorate dell'emotività umana.

...abilmente alle Dionisie del 438 a.C. al posto del dramma satiresco dopo la trilogia formata da Le cretesi, Alcmeone e Pasifae, Telefo ... Alcesti in "Enciclopedia dei ragazzi" - Treccani ... . Euripide riportò in quell'occasione, il secondo premio. Per un approfondimento leggi Alcesti tragedia di Euripide ... Alcesti aveva così tanti pretendenti che Pelia stabilì per loro un compito apparentemente impossibile: per ottenere la mano di Alcesti avrebbero dovuto legare al giogo di una biga un cinghiale ed un leone. Apollo imbrigliò gli animali, e Admeto guidò la biga fino a Pelia, riuscendo così a sposare Alcesti. Alcesti(438): Admeto è il ... Alcesti (mitologia) - Wikipedia ... . Apollo imbrigliò gli animali, e Admeto guidò la biga fino a Pelia, riuscendo così a sposare Alcesti. Alcesti(438): Admeto è il re della Tessaglia che da Apollo aveva ricevuto l'opportunità di sfuggire alla morte se qualcuno si fosse sacrificato al suo posto. L' "Alcesti" è una delle opere più belle che io abbia mai letto; l'ho amato a tal punto da averlo divorato in poche ore, e di certo non solo per la sua brevità. Ho perfino pianto, mi ha veramente commosso, lasciandomi un dolce peso sul cuore e che ancora adesso me lo schiaccia nella sua tenera morsa, per cui faccio non poca fatica ad esprimere tutto quello che ho provato e che il ......