poemontrial.org

Gasangriff auf San Michele. 29 giugno 1916 - Massimo Vitale

DATA DI RILASCIO 05/10/2018
DIMENSIONE DEL FILE 5,56
ISBN 9788827848838
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Massimo Vitale
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Vuoi leggere il libro? Gasangriff auf San Michele. 29 giugno 1916 in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Massimo Vitale. Leggere Gasangriff auf San Michele. 29 giugno 1916 Online è così facile ora!

Troverai il libro Gasangriff auf San Michele. 29 giugno 1916 pdf qui

Gino Betti era un pisano di 25 anni. Robusto, intelligente, amava leggere e suonare il pianoforte. Donato e Pasquale D'Onofrio erano due fratelli di Molinara, un piccolo borgo in provincia di Benevento. Fratelli erano anche Onofrio e Salvatore Como, di Castellammare del Golfo; Ugo ed Ernesto Rossi di Roma; il capitano Ettore e il sottotenente Enrico Orefice. Tutti, come migliaia di altri, ebbero la sfortuna di trovarsi il giorno sbagliato nel luogo sbagliato, il 29 giugno 1916 sul monte San Michele. Il possesso del S. Michele era indispensabile per proteggere il "Doberdò Plateau". L'impiego dei gas era stato proposto già dall'autunno precedente. Nella notte sul 29 arrivò l'ordine di aprire le bombole installate in apposite nicchie. La sorpresa fu totale. Pochi fecero in tempo a indossare la maschera, molti perirono in pochi istanti, i più abbandonarono le armi e fuggirono. Poi il nemico sferrò l'attacco, ma la reazione italiana fu inattesa. I superstiti aprirono il fuoco, prontamente accorsero i rincalzi. Alle 7 la situazione era stata ristabilita, alle 13 tutte le trincee abbandonate erano state rioccupate. Quanti furono i morti? L'autore ha recuperato i nomi di 3.257 caduti riportati in allegato al racconto degli avvenimenti e dei molteplici episodi di valore che trasformarono il proditorio "Gasangriff" in una giornata di gloria imperitura per l'esercito italiano.

...Percorsi di crescita e processi di cambiamento ... Gasangriff auf San Michele - 29 giugno 1916 - Storia ... ... . L'emissione dei gas, assolutamente inattesa da parte italiana, avveniva tra le 5.30 e le 6.00 del 29 giugno 1916. Nel settore del San Michele le dense nubi di gas estendevano i loro effetti fino a Peteano e Sdraussina, mentre i reparti ungheresi attaccavano violentemente i battaglioni delle Brigate "Brescia" e "Ferrara" schierati in prima linea. Gasangriff auf San Michele. 29 giugno 1916 Massimo Vitale. Youcanprint 2 ... Pdf Italiano Gasangriff auf San Michele. 29 giugno 1916 ... . 29 giugno 1916 Massimo Vitale. Youcanprint 2018. Libri; Storia e archeologia; 18,90 ... Gasangriff auf San Michele. 29 giugno 1916. Youcanprint. € 18,91 € 19,90. 2. «Però mi fo' molto coraggio». Pisa e la sua provincia nella Grande guerra. Ediz. illustrata. ETS. € 40,30 € 42,40. 3. Uomini della grande guerra. Storia di combattenti molisani. Nuova Prhomos. € 19,00 ... Bollettino del Comando Supremo del 30 giugno 1916 sull'attacco austro-ungarico del Monte San Michele. Bollettino del 30 giugno 1916 del Comando Supremo Sul Carso, nella zona del Monte San Michele e di San Martino, l'avversario, disperando di contrastare in altro modo la nostra azione offensiva, spinse ieri sulle nostre linee, dense nubi di gas asfissianti, alle quali fece seguire un violento ... Quando, la mattina del 29 giugno 1916, sul San Michele, gli austroungarici utilizzarono per la prima volta l'arma chimica, i soldati italiani erano del tutto impreparati ad affrontare questa nuova minaccia. Lo erano doppiamente: innanzitutto perché non si aspettavano un simile attacco, ... Evento storico del giorno 29 giugno 1916 ... sul Monte Sabotino e sul Monte San Michele. Su quest'ultimo, ... e ossido di carbonio che, una volta aperte, avrebbero rilasciato il loro contenuto sulle trincee italiane. All'alba del 29 giugno, alle 05.30, ... ANGIOI PIETRO 1° gennaio 1916 sul monte San Michele per ferite riportate in combattimento. NECCIU GIOVANNI 9 gennaio 1916 nell'ospedale da campo n. 053 per malattia. ... DIGOSCIU GIOVANNI 29 giugno 1916 sul monte Col di Lana per ferite riportate in combattimento. I nostri soldati, all'alba del 29 giugno 1916, subirono un agguato al fosgene da parte delle truppe austroungariche sul Monte San Michele. I nemici apparvero dotati di maschere antigas e anche di mazze ferrate di stampo medievale, usate per sgombrare la via e attaccare i nemici. 468-LA PRIMA GUERRA MONDIALE:Il fronte italo-austriaco.La terribile alba sul San Michele(L.3°/V.VI) Alle 5,30 del 29 giugno 1916, con mezz'ora di ritardo sull' orario previsto, tremila bombole vengono aperte contemporaneamente dagli ungheresi. Accompagnato da un acuto sibilo si riversa sulle nostre trincee il fumo del cloro e del fosgene. In Valle Astico la notte sul 28 il nemico rinnovò il tentativo di sorprendere la nostra occupazione sul Monte Cimone; fu prontamente respinto. Nella giornata d'ieri attività delle artiglierie nemiche contro gli abitati della Conca di Asiago e contro la linea Spera-Strigno in Valle Sugana; qualche incendio. In Valle Travignolo, nonostante il maltempo, le nostre…...